Tecnologia, amore e odio nel giorno dell’Overshoot Day

Quando si ha fretta la stampante non funziona più, il computer pensa bene di bloccarsi, il cellulare si riavvia senza ragione…
Succede a tutti a noi, il rapporto conflittuale con la tecnologia ci accomuna.
Tutto, però, sta nel conoscere: come per ogni cosa, quindi, anche per la tecnologia vale che si tende a rifiutare o ad avere più problemi con ciò che non si padroneggia bene.
Per migliorare il nostro rapporto con l’innovazione continua a cui assistiamo in campo tecnologico, basta pensare quanto i nuovi prodotti possono facilitare e migliorare la nostra vita di tutti i giorni.
Senza cellulare non potremmo sentire i nostri cari con tanta facilità e lavorare con efficienza al ritmo che ci è richiesto oggi.
Senza email non potremmo comunicare con velocità e senza limiti di spazio.
Senza la connettività, soprattutto, non potremmo stare così vicini e l’operatività delle nostre aziende sarebbe ancora ferma a oltre vent’anni fa.
Ecco che ora la tecnologia ci viene incontro sul tema inquinamento.
Quanti di voi si sono ritrovati in difficoltà a causa del blocco del traffico?
Succede, si sa, anche per il nostro bene perché pare che questi blocchi contribuiscano a riportare nella norma i livelli di CO2, molto dannosi per la nostra salute.
Ma se questo non dovesse più succedere? Se effettivamente trovassimo metodi in grado di scongiurare gli innalzamenti a livelli massimi di queste polveri sottili?
I motori elettrificati avranno un ruolo centrale nel futuro dei trasporti, settore a cui è richiesto uno sforzo notevole per centrare i target su CO2 e polveri sottili.
Le energie rinnovabili, da parte loro, verranno sempre più utilizzate in favore della diminuzione dello sfruttamento dello risorse finite della Terra e in favore della vita.
Questi sviluppi sono fondamentali per tutti noi, sempre di più e ne parliamo oggi che è il giorno dell’Overshoot Day: oggi è il giorno in cui, secondo l’ong Global Footprint Network, l’umanità ha consumato tutte le risorse che la natura può rinnovare in un anno e vivrà “a credito” per i prossimi cinque mesi.
Pare che l’umanità stia consumando sempre più velocemente le risorse a sua disposizione, di anno in anno e questo deve portarci tutti ad avere un nuovo rapporto con i consumi e anche con la tecnologia, di cui sappiamo così poco ma sfruttiamo così tanto.
In un futuro, noi vediamo un uso più consapevole degli strumenti: è importante capire come questi ci possono “aiutare” ma è anche importante sapere come utilizzarli per non entrare in quella ruota consumistica che ci ha portato qui, anche quest’anno, all’Overshoot Day.
Unite è a vostra disposizione per capire qual è la soluzione migliore per voi, per eliminare gli sprechi e facilitare la vostra attività.



Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi