La sicurezza informatica nell’epoca dei cyber criminali

Impossibile non aver mai sentito parlare di criptovalute, monete elettroniche esterne ai nostri canonici sistemi economici.
Molti ci hanno visto delle opportunità e ne hanno approfittato investendoci i propri risparmi: in alcuni di questi casi è stato un successo e molte persone si sono arricchite in breve tempo, soprattutto con i Bitcoin.

Il risvolto della medaglia?
Pur essendo fuori dai sistemi più comuni, anche le criptovalute sono vulnerabili e possono essere rubate dai criminali informatici, come è successo nei primi mesi di quest’anno.
Nei primi mesi del 2018 ci sono stati sette attacchi informatici alle piattaforme utilizzate per lo scambio di monete virtuali, per un totale di oltre un miliardo di euro.
Il report sulla sicurezza informatica delle criptovalute è stato stilato dal The Wall Street Journal e secondo le indagini nel 2018 ci sono state delle transazioni di Bitcoin e di altre monete virtuali manomesse dai cyber criminali, che in questo modo hanno generato un mercato illegale che supera, appunto, il miliardo di euro. Le cifre si basano su un’indagine di Autonomous Research, fornitore indipendente di ricerche per il settore finanziario.
L’attacco più importante ha colpito Coincheck, una piattaforma per gli exchange basata in Giappone che ha perso, a causa di un malware, più di 500 milioni di dollari a gennaio.
A giugno la piattaforma di scambio di monete virtuali Bithumb, basata in Corea del Sud, è stata presa di mira da un gruppo anonimo di cyber criminali che sono riusciti a rubare circa 30 milioni di dollari.
I tentativi di rapina, ovviamente, non si contano e fanno pensare che gli hacker non si siano mai realmente fermati in questi mesi.
I paesi asiatici sono tra i più colpiti dagli hacker, anche perché sono le nazioni dove questi scambi di criptovalute hanno generato un mercato più allettante per i cyber criminali.
Le piattaforme per le scambio delle criptovalute hanno dei sistemi di sicurezza altissimi e molto sofisticati, per schermarsi in ogni modo da attacchi di questo genere.
Tuttavia, come mostrano i dati raccolti, questi sistemi di sicurezza non bastano e, se non bastano i loro, possiamo solo aver un’idea delle potenzialità che questi hacker hanno nelle nostre piccole, medie e grandi imprese, dove girano certamente somme più contenute ma che sono comunque più facile bersaglio.

Noi di Unite abbiamo delle soluzioni che possono migliorare la sicurezza della tua azienda, contro i cyber criminali a caccia dei tuoi dati: contattaci per informazioni.



Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi