Ridurre le distanze con i Ponti Radio

Le tecnologie per comunicare sono molte, con i loro pregi e i loro difetti.
Oggi siamo solo all’inizio di ciò che avverrà nei prossimi anni, in cui vedremo i sistemi più utilizzati lasciare il posto a sistemi più efficienti in termini di costi e anche di prestazioni.
Le connessioni senza fili (Wireless) stanno prendendo sempre più piede, come anche le soluzioni in cloud che spesso possono semplificare la normale operatività di un’azienda, riducendo i costi di manutenzione sulle reti.
I ponti radio sono una delle soluzioni in grado di trasmettere a distanze altrimenti non raggiungibili informazioni di fonia, video o dati opportunamente modulati, sotto forma di una radiocomunicazione. Il termine “ponte radio” si utilizza per indicare una connessione wireless a radiofrequenza o microonde tra punti fissi, realizzata a mezzo di una opportuna infrastruttura di telecomunicazioni.
I vantaggi riscontrabili con i ponti radio, comuni a tutte le forme di radiocomunicazione, sono l’abolizione del cablaggio (senza fili) e quindi l’abbattimento di costi iniziali di investimento e installazione, con il superamento della linea di vista quando si è in presenza di ostacoli fisici come montagne o il limite imposto dalla curvatura terrestre.

I ponti radio danno la possibilità di amplificare o rigenerare il segnale attenuato oltre una certa distanza fisica dall’emettitore.
Decidere di installare un ponte radio implica considerare che, come in ogni forma di radiopropagazione, tra i fattori che limitano la capacità di trasmissione vi sono attenuazioni dovute a fenomeni atmosferici come pioggia, riflessioni e ostruzioni dal terreno, vegetazione, edifici etc., disomogeneità delle caratteristiche di trasmissione delle onde elettromagnetiche nei diversi strati atmosferici, assorbimenti determinati da alcune molecole (ossigeno, vapori d’acqua, …).
Visti pregi e difetti, i ponti radio sono tutt’ora utilizzati in ambito militare, perché ritenuti a maggiore sicurezza in quanto non soggetti a incidenti o vandalismi come, ad esempio, la rottura di un cavo.

I ponti radio si adattano bene in tutti quei casi in cui le esigenze di traffico in una certa tratta della rete di trasporto sono soddisfabili da sistemi wireless preesistenti anziché da nuovi sistemi cablati più costosi, divenendo così complementari alla rete cablata stessa.
In caso di problemi con la rete cablata, i ponti radio possono anche essere utilizzati come ridondanza trasmissiva.

Interessato a capire come i ponti radio possono migliorare le comunicazioni nella tua azienda?
Contattaci!

Tags:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi